Non puoi creare persone …

Spread the love

Ho avuto una discussione con mio padre oggi. Si trattava di quante persone vivono nel loro dolore e non hanno la consapevolezza di uscirne. Stava fondamentalmente cercando di dirmi che non riesco a far capire alle persone quello che stanno facendo a se stessi che sta causando così tanto dolore e difficoltà per loro.
Puoi continuare a parlare per ore e ore.

Puoi urlare e urlare contro di loro fino a quando non sei rosso in faccia e completamente svuotato.
Oppure puoi dire loro cosa pensi che debbano ascoltare, quindi andare avanti e continuare il tuo viaggio se scelgono di non ascoltare.

A volte cerco così tanto di far capire alle persone cosa stanno facendo a se stesse e come si stanno rovinando la vita per via delle scelte che stanno facendo, ma, ad essere sinceri, il più delle volte si traduce in più frustrazione per me di ogni altra cosa.

Le persone devono arrivare alle proprie realizzazioni. Devono essere PRONTI per fare il prossimo passo verso la pulizia del loro pasticcio di una vita. Non puoi costringerli a farlo.

Così spesso vedo persone che preferiscono ignorare questi problemi GLARING nelle loro vite e come le loro scelte influenzano negativamente gli altri intorno a loro. Loro corrono. Corrono da tutti i problemi che causano a loro e agli altri così tanto dolore.

Ora potresti dire, ma questa è la loro scelta, è la loro vita, hanno il diritto di fare ciò che vogliono con esso.
Ma per me no, non va bene quando colpisce gli altri. Non va bene quando qualcuno vuole rovinare la propria vita, allontanare gli altri e far sentire gli altri come una merda per sentirsi bene.

Ora, se tengono tutti i loro problemi per se stessi e sprecano nella loro stessa ignoranza senza risucchiare gli altri nel vortice del dolore che è la loro vita allora va bene, È la loro vita e se tengono gli altri fuori da essa, allora è una loro scelta.

Ma raramente è così. Di solito comporta ferire gli altri in molti modi e danneggiare gli altri.

Mi vengono in mente alcuni testi della canzone «I Want You» di Third Eye Blind. «Le persone fanno sempre un passo indietro rispetto a ciò che è vero.»

Immagino sia inerente alla nostra natura. Alla carne, voler ignorare i nostri problemi perché affrontarli è INCOMPORTABILE.

Non SENTA bene. Non è ciò che ci piace come esseri umani. Tuttavia, ci perdiamo così tanto di più quando scappiamo dai nostri problemi e ci nascondiamo. Ci stiamo perdendo in profondità, sulla connessione REALE con gli altri perché siamo così presi dalle nostre cazzate che quel tipo di connessione è impossibile.

E quindi preferiremmo vivere con l’elefante nella stanza. L’elefante nella gabbia che è la nostra VITA. Trombando costantemente su di noi per affrontarlo, per riconoscere che è lì e per AFFARE con esso. Eppure, la maggior parte di noi si accontenta di lasciarlo stare nell’angolo, drappeggiare abiti e strati costanti su di esso in modo da tenerlo fuori dalla vista, eppure, possiamo ancora sentire il suo grido ovattato, da qualche parte sullo sfondo, torturare costantemente noi con il dolore che è la nostra vita.

Questo è il motivo per cui sono così felice di far parte dell’IA. Per far parte di un posto in cui possiamo essere reali, deludiamo le nostre guardie, spariamo all’elefante in quella fottuta faccia e diventiamo uomini migliori.

È davvero fantastico.
Grazie a tutti per aver co-creato una comunità così grande.
E ora sto provando a pensare a un modo fantastico intelligente per concludere questo articolo, ma no, non riesco a pensare a nessuno.
Quindi lascerò che finisca goffamente in questo modo …


Spread the love